Ti occupi dei radicali liberi? Inserisci un contenuto REGISTRATI GRATUITAMENTE!





  • Cosa sono e come agiscono

  • Metalli pesanti e radicali liberi

  • Senso di sazietÓ e radicali liberi

  • Tumori e radicali liberi

  • Fumo e radicali liberi

  • In quale modo hanno origine

  • Contrastare i radicali liberi con lo sport

  • Invecchiamento precoce e radicali liberi

  • Conseguenze determinate dai radicali liberi

  • Stress ossidativo e smaltimento dei radicali liberi

  • Una corretta alimentazione contro i radicali liberi

  • Cos'Ŕ lo stress ossidativo e come combatterlo

  • Radicali liberi: Contrastare i radicali liberi con lo sport

    Affrontare un argomento ampio come quello dei radicali liberi può dare spesso origine a dubbi e controversie sui quali è necessario fare chiarezza. Uno degli elementi in grado di destare maggiore smarrimento è costituito proprio dallo sport. Numerose sono le teorie che avallano lo sport come il miglior strumento per contrastare la produzione di radicali liberi, ma altrettanto consistenti sono le affermazioni che tendono a screditare l'esercizio fisico in quanto potenziale strumento sfruttato dai radicali al fine di rafforzarsi ed accrescere il proprio numero a livelli spropositati.

    Come spesso accade, anche in questo caso la verità non può essere rintracciata in un'unica dichiarazione, bensì ha origine dalla combinazione di più elementi in assenza dei quali ogni constatazione perde di significato. Tentando di schematizzare il concetto, risulta perciò possibile affermare con sicurezza che l'esercizio fisico determina nell'organismo un'esigenza di ossigeno venti volte superiore rispetto alla norma: questa necessità risulta fondamentale al fine di adempiere alle esigenze energetiche previste dallo sforzo compiuto, ma è tuttavia potenzialmente dannosa in quanto permette ai radicali liberi di crescere in maniera vertiginosa, proprio a causa dell'incremento degli agenti ossidanti derivante dal maggior consumo di ossigeno. In base a quanto appena detto, lo sport costituisce non tanto un beneficio quanto un danno.

    I radicali liberi hanno il potere di moltiplicarsi in maniera direttamente proporzionale all'entità dell'esercizio fisico effettuato; al contempo, la crescita stessa dei radicali è inversamente proporzionale alla frequenza con la quale un dato sport viene praticato. In favore di questa tesi, un soggetto che si dedica allo sport con irregolarità è maggiormente suscettibile all'attacco dei radicali liberi, in quanto la produzione degli stessi che deriva dall'esercizio supera le difese che l'organismo è in grado di innalzare: un esempio concreto di tale affermazione consiste nel tipico dolore muscolare che insorge dopo aver compiuto allenamenti al di fuori della propria portata o che comunque non vengono condotti abitualmente. Gli atleti, al contrario, dispongono di una capacità antiossidante di gran lunga superiore.

    Per concludere, lo sport non deve essere necessariamente condotto a livelli agonistici, ma per contrastare i radicali liberi è necessario che l'esercizio fisico venga attuato frequentemente e con regolarità.


    Ti occupi dei radicali liberi? Inserisci un contenuto REGISTRATI GRATUITAMENTE!